Abbinamento vino e coniglio all’ischitana

Posted on by

Oggi parliamo di una ricetta molto gustosa, che vale la pena realizzare almeno 1 volta, perchè il suo sapore è davvero sfizioso, stiamo parlando del coniglio all’ischitana. Si tratta di un secondo piatto prelibato facile da preparare. Tuttavia saranno i dettagli a fare la differenza. Già, proprio così poichè scegliendo le giuste materie prime il sapore e la gustosità di questo piatto si riveleranno alquanto eccellenti.

Piccoli suggerimenti prima di realizzare la ricetta

Partiamo dalla carne: è consigliabile che il coniglio sia macellato almeno un giorno prima della cottura, appeso ad un gancio per la fuoriuscita del sangue in eccesso e in aggiunta dopo essere stato lavato per bene va messo in frigo per rassodare la carne. 

Per quanto riguarda invece la scelta dei pomodorini, sono da preferire i datterini, per non dire dell’aglio, preferibile quello italiano. il top poi, è il tegame in creta dove andrà cucinato il coniglio all’ischitana.

Detto questo, partiamo immediatamente con gli ingredienti:

  • 1,5 kg di coniglio
  • 300 gr di pomodori ramati
  • 60 gr di vino bianco
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • sale, pepe e basilico

Preparazione: per realizzare il coniglio all’ischitana partiamo dai pomodorini. Lavateli per bene sotto l’acqua corrente e poi divideteli a metà. Eliminate la parte superiore e in seguito procedete nel tagliarli a cubetti. In una padella aggiungete l’olio e 1 spicchio d’aglio. Fatelo rosolare per bene da entrambi i lati e quando questo sarà dorato e non bruciato, toglietelo dal fuoco e aggiungete il coniglio tagliato a pezzi precedentemente lavato e asciugato.

Fate rosolare la carne per 4 o 5 minuti, da ambedue i lati e poi sfumate il tutto con il vino bianco. La fiamma in questo caso deve essere media. Quando il vino sarà completamente evaporato aggiungete altresì i pomodorini precedentemente tagliati a cubetti.

Lasciate cucinare per circa mezz’ora aggiungendo sale, pepe quanto basta. Ogni tanto ricordatevi di girare la carne. Fate cuocere il tutto con il coperchio. Se la carne tende ad asciugarsi troppo in questo caso potete aggiungere anche mezzo bicchiere di acqua. 

Quando vedrete che la carne risulterà ben cotta e il sughetto bello denso e lucido spegnete il tutto e aggiungete delle foglioline di basilico. La pietanza a questo punto è pronta per essere servita a tavola.

Ma la domanda sorge spontanea a questo punto, quale vino bisogna abbinare a questo secondo piatto a base di carne?

Vino da abbinare al coniglio all’ischitana

Un buon vino che si sposa molto bene con questa pietanza è il Garda Merlot Doc. Si tratta di un vino rosso vellutato intenso, di color rosso rubino. L’olfatto permette di conoscere molto chiaramente i frutti rossi del bosco quali, ribes, more, lamponi ecc… spezie molto erbose come l’origano, fino ad arrivare agli aghi di pino. Al palato si rivela ben strutturato, intenso e corposo.

Ma un posto d’onore spetta al Montepulciano d’Abruzzo. Si tratta di un vino rosso rubino con sfumature violacee, tendente all’aranciato se invecchiato, sapore leggermente tannico, sapido e secco. Per assaporare tutta l’aromaticità, servitelo ad una temperatura tra i 16 e i 18° e non sbaglierete.

Buona degustazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1