I vini della Loira, quali sono i migliori e qual è la loro storia

Posted on by

La Loira è una delle regioni vitivinicole francesi più estese della Francia. Questa regione possiede terreni rigogliosi, fertili, caratterizzati da alberi, fiori e vigne.

Caratteristiche pedoclimatiche della Loira

Per poter meglio comprendere la bontà di questi vini è necessario porre attenzione anche alle caratteristiche pedoclimatiche di tale regione. Visto e considerato che si tratta di una zona vitivinicola molto estesa, la Loira presenta caratteristiche pedoclimatiche che variano da zona a zona. Dal centro della Francia ad esempio, il clima è continentale caratterizzato da inverni rigidi e lunghi ed estati calde ma brevi. Ma man mano che ci si avvicina alla foce del fiume Loira il clima tende ad essere piuttosto marittimo, ovvero mite ed umido.

Naturalmente cambiando il clima cambia anche la tipologia di terreno. Infatti a tal proposito, il terreno presenta caratteristiche diverse da zona a zona: a Poully-Fumé e e nella zona di Sancerre, dove si producono i vini migliori per intenderci, il terreno è composto da una dose massiccia di argilla calcarea mista, gesso e salicio, mentre avvicinandoci sempre di più alla foce del fiume, esso diventa sabbioso e prevalentemente sassoso.

Quali sono i vitigni più coltivati?

I vitigni più coltivati sono i seguenti: Cabarnet Franc, Muscadet, seguono lo Chenin Blanc, il Gamay, il Sauvignon Blanc, il Grolleau, il Gros Blanc, e non poteva mancare nella lista il famoso e apprezzato Cabarnet Sauvignon.

Per molti Sancerre AC è la denominazione della Loira capace di produrre il vino bianco secco più elegante a base di Sauvignon Blanc. La maggior parte di questi vini sono particolarmente acidi. Il Sauvignon blanc è un’uva che tutti dovrebbero riconoscere, una capacità dunque, che non è difficile da sviluppare viste le caratteristiche aromatiche di questa tipologia di uva.

La peculiarità che principalmente rende il Sauvignon Blanc diverso dagli altri è l’aroma prevalentemente erbacea e vegetale, ma non mancano note di frutta esotica, come il frutto della passione, ananas e il litchi.

In aggiunta, grazie alla sua acidità, i vini prodotti con quest’uva si rivelano intriganti e gradevoli. Il Sauvignon Blanc ha un colore giallo verdolino, ma non è raro trovare vini che possiedono un colore giallo paglierino, un segno, nel caso di vini prettamente giovani.

Cabarnet Franc: caratteristiche

Il Cabarnet Franc è uno dei vini rossi più facili da riconoscere. Se l’uva ha raggiunto nel corso degli anni una buona maturazione, in questo caso, il vino si presenta dal gusto raffinato e gentile, con eleganti note affumicate. E’ caratterizzato da un colore rosso rubino ma con il tempo tende a diventare granato.

Al palato si presenta caldo, rotondo di media struttura, è facile confonderlo con il Sauvignon Blanc ma differisce da esso per l’intensità di colore.

Muscadet: il vino per eccellenza

Il Muscadet è un vino bianco secco, leggermente effervescente e dagli aromi fruttati e floreali. Si abbina perfettamente ai frutti di mare, i pesci in salsa, gli affettati e anche alla maggior parte dei formaggi.

Il colore è un verdolino chiaro e brillante. Al palato si presenta morbido e aromatico. Si tratta di un vino semplice e immediato famoso per gli accostamenti con i crostacei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1