Abbinamento vino e noci

Posted on by

Molto spesso ci si imbatte nella teoria abbinamento vino e frutta. La scelta dei vini è così vasta che scegliere quello giusto da abbinare alla frutta, in particolar modo a quella secca non è per niente facile.

Partendo dalla premessa che la frutta arriva sempre a fine pasto, in teoria si presume che si è già bevuto abbastanza. Tuttavia per chi volesse fare un buon abbinamento a fine pasto, tra vino e noci ecco qualche utile consiglio al riguardo.

E’ risaputo che le noci fanno bene. Esse si rivelano delle ottime alleate della salute. Come molte ricerche hanno dimostrato fanno bene al cuore, in più contengono una sostanza, l’arginina che è molto utile per prevenire alcuni tumori.

Le noci: quale vino abbinare?

Le noci possono reggere bene il confronto con vini bianchi di media struttura e aromi, oppure vini rossi della stessa tipologia o alcuni Marsala.

Per quanto riguarda i vini bianchi, si potrebbe optare per il Trebbiano d’Abruzzo. Si tratta di un vino DOC dal gusto aromatico e floreale. E’ un vino di buona struttura e va servito ad una temperatura che oscilla dagli 8° ai 10°. Inoltre è molto duttile negli abbinamenti a tavola. Oltre ad essere un buon accostamento con le noci, il Trebbiano D’abruzzo si rivela particolarmente adatto anche con i primi piatti a base di pesce, secondi a base di pesce al forno o grigliato. Le versioni più invecchiate invece sono ottime anche con le carni bianche.

Il vino possiede un colore giallo paglierino intenso. Al naso esprime freschi profumi floreali e aromi fruttati, al palato ha un buon corpo, bouquet fruttato di buona persistenza con un finale leggermente ammandorlato.

Per gli amanti del vino rosso invece si può scegliere il Cabarnet Sauvignon da abbinare alle noci.

Cabarnet Sauvignon e noci

E’ molto facile riconoscere il Cabarnet Sauvignon per via del suo sapore intenso. Al naso si presenta vivace e complesso che ricorda i profumi del bosco, quali mirtilli, more, ribes nero. Altri profumi caratteristici che accompagno questo vino sono le prugne, il rabarbaro, tabacco, eucalipto, cedro, e ciliegie.

Al palato si rivela maestoso e pieno creando una struttura alquanto notevole. Ma con il passare degli anni il Sauvignon Cabarnet diventa via, via più balsamico con note di aromi terziari speziati.

Per assaporare ogni goccia di questo vino, è consigliabile servirlo ad una temperatura tra i 16° e i 18°.Per permettergli di ossigenarsi in maniera molto lenta si consiglia di versarlo in calici ampi, dove è possibile far ruotare il vino senza farlo fuoriuscire.

E se fosse un dolce a base di noci?

Ad esempio per una crostata alle noci non c’è niente di meglio che di un vino Santo del Trentino. Esso è dolce e profumato al contempo stesso, di grande fascino e rilievo. Considerato da sempre nella tradizione popolare come vino dalle proprietà terapeutiche è particolarmente indicato per accompagnare dessert a base di frutta secca in particolar modo mandorle e noci. E’ consigliabile servirlo ad una temperatura di 12°.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1