Abbinamento vino e carne alla pizzaiola

Posted on by

La carne alla pizzaiola è un secondo piatto molto semplice e veloce da realizzare, piace per il suo squisito sapore anche ai bambini, che non mancheranno di fare la “classica scarpetta”. Questa pietanza la si può accompagnare con delle patate arrosto, con del purè oppure con il cous cous. Il risultato? Veramente eccezionale.  Ma senza indugiare oltre, passiamo immediatamente alla preparazione della carne alla pizzaiola

Carne alla pizzaiola: ecco la giusta pietanza da portare a tavola

Per realizzare la carne alla pizzaiola procedere nel seguente modo: in una padella mettere 2 cucchiai di olio e uno spicchio d’aglio. Fare soffriggere il tutto per qualche minuto e in seguito versare il sugo, aggiungere un pizzico di sale, una manciata di pepe nero e il prezzemolo.

Cucinare il sugo per 15-20 minuti a fiamma dolce dopodichè versare in questo composto le fettine di carne, una per volta. Lasciare cucinare ancora per altri 5 o 6 minuti al massimo. In seguito girare la carne in modo che si possa cucinare uniformemente su entrambi i lati. Anche in questo caso occorrono altri 5-6 minuti.

A questo punto la pietanza è pronta per essere servita in tutta la sua prelibatezza e squisitezza. Per rendere il piatto ancora più gustoso si possono aggiungere eventualmente, anche le olive o i capperi. E per i bambini, il piatto sarà maggiormente invitante se si adagierà sulle fettine di carne un po’ di mozzarella.

Per la carne alla pizzaiola, quale vino occorre abbinare?

Per molti, questo, può essere un dilemma perchè moltissimi sono i vini presenti sul mercato e scegliere quello che meglio soddisfa il palato di ogni commensale e non, può rivelarsi un’impresa alquanto ardua.

Tuttavia, ecco qui di seguito alcuni suggerimenti che si possono prendere in considerazione, per rendere il sapore della carne ancora più succulenta. L’alto Adige Pinot Nero è un vino Doc veramente eccezionale.

E’ caratterizzato da un colore rubino brillante quasi trasparente. Il suo sapore è molto raffinato e armonico, caratterizzato da aromi delicati, quali il ribes, fragoline, lampone, piccoli frutti di bosco e note leggermente speziate.

Al palato ha un corpo medio, una buona acidità e i tannini si rivelano molto fini. Per la fragranza e la freschezza degli aromi, da giovane si presenta come un vino particolarmente affascinante, mentre con il trascorrere del tempo la sua complessità aromatica impreziosisce le note più fruttate.

Per quanto riguarda la temperatura di servizio, esso va servito a una  temperatura  di 16°/18° al massimo.

Vino Aglianico del Vulture

Il vino Aglianico del Vulture ha un colore rosso rubino granato. Il suo profumo è fragrante e vinoso, caratterizzato da un sentore di lampone e fragola. il suo sapore è asciutto, armonico e sapido.

Grazie al suo contenuto di polifenoli il vino in questione si presta molto bene alla maturazione in botte. Fra gli aromi di frutta più frequenti, oltre al lampone e fragola, troviamo anche amarena, mirtillo, prugne, ciliegia e mora. Fra gli aromi di fiori, il più frequente è quello della violetta, raramente il ciclamino.

L’Aglianico è uno tra i migliori vini italiani e costituisce sia per gusto che per simile maniera di produzione il Barolo del Sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *