Le caratteristiche del vino Shiraz, vitigno internazionale di qualità

Posted on by

Il nome del vino Shiraz è recente. Fu adottato infatti nel 1800. Prima il vitigno era conosciuto come Serine o Serene. Il vino Shiraz proviene dalla valle del Rodano e da qui si è diffuso in tutto il mondo. Lo Shiraz appare per la prima volta in Italia nel 1828. Alla fine dell’ Ottocento era presente infatti in tutte le regioni italiane, sebbene era diffuso maggiormente in Toscana dove era usato per migliorare il Chianti.

Un vino internazionale

È considerato un vitigno internazionale per la sua presenza nelle viticolture del mondo ma la sua coltivazione è più complicata a causa di altri vitigni francesi per la sensibilità allo stress idrico e perché va facilmente in surmuntazione. Inoltre eccessive produzioni per ceppo peggiorano la qualità del vino. Con alcune precauzioni si riducono questi aspetti negativi.

Caratteristiche organolettiche del vino Shiraz

Più di altri vini mantiene le caratteristiche aromatiche in ambienti caldi. Il vitigno genera vini un po’ duri da giovani, soprattutto se fatti con macerazioni prolungate. Viene usato spesso con Grenache e Mourvedre. In varie AOC della Valle del Rodano viene affiancato al Viognier per sfruttare le caratteristiche aromatiche.

Come riconoscere il vino Shiraz  

Il vino Shiraz ha alcuni tratti che ricorrono perciò è abbastanza semplice riconoscerlo. Il colore è rosso scuro, intenso, tendente al granato quando invecchia. La pigmentazione del vino Shiraz è un primo segnale da poter riconoscere, è profondo inchiostro. Al naso ha degli intensi profumi di pepe e cioccolato: solo pochi vini al mondo hanno questi odori. Come pochi vini al mondo profumano di mirtilli, frutti di bosco, ribes, spezie, tabacco, con finale di liquirizia, rabarbaro e cacao. Al palato è caldo, sontuoso, tannico e di buon corpo, molto ampio. In bocca è denso, molto voluminoso anche se i tannini sono di grana fine e il finale è di prugna e cioccolato-menta.

Come servire il vino Shiraz

Il vino Shiraz va servito in calici ampi, in cui riesce a sviluppare i suoi profumi sontuosi ad una temperatura di 16-18 gradi con escursioni fino ai 20 per le bottiglie più pregiate e invecchiate.

Abbinamento vino Shiraz e cibo

A causa della sua natura speziata, calda e tannica il vino Shiraz si abbina alla perfezione con la carne alla griglia e al barbecue. Si potrà scegliere tra una fiorentina o piatti con carne e cacao, filetto ai funghi e costine di manzo con salsa barbecue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1