“In Vino Veritas”: è di scena la manifestazione del vino e non solo

Posted on by

A Genova è di scena la manifestazione “In vino veritas”. Iniziata ieri sera, proseguirà fino a domani a mezzanotte con oltre 200 etichette a rappresentare la migliore tradizione italiana e internazionale vinicola.

Tanto vino tra Liguria e Piemonte

L’entrata è gratuita. Si paga solo quello che consuma. E’ e sarà una grande festa dove è possibile assaggiare varie tipologie di vino. Vini del territorio ligure e piemontesi per poi passare a quelli europei come i francesi, austriaci, greci e tedeschi fino a quelli argentini, australiani, cileni, marocchini e statunitensi.

La manifestazione ha registrato 40 mila presenze nelle precedenti edizioni milanesi e piemontesi. L’evento è stato promosso dal gruppo Level Up Food & Drinks, che aveva già organizzato lo Street Food alla Fiera del Mare.

Un evento anche per i non esperti

Una tre giorni tutta all’insegna dei piaceri del palato. L’evento nasce “con l’intento di valorizzare i migliori vini del nostro Paese e di far conoscere quelli più particolari e provenienti da luoghi lontani, seguendo una cultura del ‘buon bere’ distante dagli eccessi”, commenta l’organizzatore della manifestazione Gianluca Miolli. Gli avventori avranno la possibilità di poter scegliere i vini consigliati da sommelier esperti. Gli stessi sommelier hanno scelto con cura i prodotti presenti alla manifestazione. Gianluca Miolli riprende, sottolineando che: “L’obiettivo di In vino Veritas’ è quello di avvicinare i presenti alla conoscenza di vini particolarmente difficili da reperire e che in pochi conoscono, senza dimenticare le etichette più famose la degustazione sarà regolata da appositi ticket acquistabili alle casse centrali dove verranno anche distribuiti bicchieri e porta bicchieri. Si potrà compiere un giro del mondo’ seguendo le tradizioni enogastronomiche, conoscendo da vicino sapori molto diversi da quelli europei. L’idea, infatti, è proprio quella di proporre un viaggio culturale: pensiamo che il cibo e il vino facciano parte, tanto quanto la letteratura e la musica, degli assi portanti della storia e della cultura di un Paese”.

Scegliere il giusto abbinamento

Oltre ai moltissimi stand dove è possibile degustare i vari vini, è stata anche allestita una zona dove è possibile scegliere tra più di venti proposte di cucine italiane e straniere da abbinare ai vini: una grigliata di carne argentina o chianina, fish&chips, hamburger, emapanadas. E inoltre sarà possibile assaggiare i tradizionali gnocchi fritti, la focaccia nostrana, le olive ascolane, panigacci, bombetta pugliese, lampredotto toscano, bruschette e molto altro. Tanta musica per tutti i gusti, dal pop al rock fino alla commerciale e infine spazio anche alla cucina vegana e gluten free con possibilità di bere centrifugati di frutta e verdura ed estratti di frutta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *