Alla scoperta dei vini pugliesi

Posted on by

In passato i vini pugliesi erano considerati solo per arricchire il contenuto alcolico dei vini del nord, sebbene siano stati sempre molto apprezzati a livello locale. L’immagine negativa oggi è stata completamente superata e oggi c’è proprio una riscoperta dei vini pugliesi. Sebbene la Puglia produca vini rosati e bianchi, i vini rossi sono più popolari. Di seguito alcuni dei migliori vini pugliesi rossi.

Il Primitivo di Manduria

Il Primitivo di Manduria è prodotto principalmente attorno a Manduria, nella provincia di Taranto. Qui le uve crescono su terreni calcarei e argillosi. Le uve di primitivo maturano precocemente, alla fine di agosto, ma questo non vuol dire che il vino prodotto sia più debole. Il Primitivo secco ha una gradazione alcolica del 14%. Sposa bene con i salumi, i formaggi forti, i piatti a base di maiale o i sughi di carne la tipica pasta pugliese ovvero le orecchiette. Il Primitivo dolce ha invece una gradazione alcolica del 16% e si abbina alla perfezione con i dessert ma anche con i formaggi stagionati.

Il Nero di Troia

Questo vino si chiama Nero di Troia perché il termine “Nero” si riferisce al colore rosso rubino molto intenso così tanto da somigliare quasi al nero. E’ tipico della zona attorno alla cittadina di Troia, in provincia di Foggia. Il Nero di Troia è un vino dal gusto speziato e legnoso e si avvertono sentori di mora e liquirizia.

Il Negroamaro

Il Negroamaro è tra i principali vitigni della regione insieme al Primitivo di Manduria e al Nero di Troia. Ha un colore rosso granato intenso, un profumo vinoso e fruttato con delicati sentori di more e tabacco. Il suo gusto è pieno e rotondo.

Il Salice Salentino

Il Salice Salentino è il vino più famoso del Salento, nell’estremo sud della Puglia. Il suo colore rosso rubino scuro ha delle sfumature porpora. Il suo profumo è intenso e racchiude sentori di prugna e ciliegia. Ha inoltre un gusto ricco e ben strutturato e un retrogusto amarognolo ma piacevole. Sposa bene con i primi saporiti, le carni e i formaggi.

Il Castel del Monte Aglianico

Il Castel del Monte Aglianico è prodotto nelle province di Barletta, Andria,Trani e Bari. Il suo colore può variare dal rosso rubino al granata. Il suo profumo è quello di un vino delicato. Il gusto è intenso e armonioso. E’ un vino secco. Va servito a 16° si abbina alla perfezione con i salumi, i formaggi stagionati, la pasta con sughi di carne, il pollame e il coniglio al forno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1