I migliori rossi per accompagnare l’agnello al forno

Posted on by

Pasqua è alle porte e sulle tavole italiane non può mancare uno dei piatti della tradizione: l’agnello al forno. Una carne tenera, delicata, dal sapore deciso e piacevole. Come esaltarne al meglio le proprietà se non con il giusto calice di vino?

Carne d’agnello, tutte le proprietà

La carne d’agnello è ricca di proteine ad alto valore biologico e di vitamine del gruppo B. a differenza della carne di maiale o di quella bovina, il suo gusto è particolarmente marcato anche se più delicato rispetto ad altri ovini, come il montone e il castrato. È una carne magra.

Agnello al forno e vino, quale scegliere?

Il matrimonio perfetto è quello con un buon rosso, perfetti i vini siciliani. Il gusto e la morbidezza dell’agnello, infatti, sono esaltati da un buon vino rosso fermo, di medio corpo, invecchiato almeno di un paio d’anni. Anche un vino secco rappresenta un abbinamento valido per questa pietanza.

Sicilia ma non solo: l’Aglianico del Vulture

Un buon Aglianico del Vulture invecchiato, vino lucano, rappresenta una scelta vincente per accompagnare un buon agnello al forno con contorno di patate. È un vino DOC (Denominazione di Origine Controllata), definito il “Barolo del Sud”. L’Aglianico del Vulture di tipologia Superiore beneficia anche dell’etichetta DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita).

La maggior parte dei vigneti si trova nella zona del monte Vulture (un vulcano inattivo che rende il terreno ricco di sali minerali), a nord della provincia di Potenza. Nella seconda metà di ottobre si procede alla vendemmia ed è bene specificare che il processo produttivo – comprese le fasi di vinificazione e invecchiamento – devono essere svolte nella stessa zona di produzione. Il rosso rubino si arricchisce di riflessi granata o aranciati nel corso dell’invecchiamento. Anche il profumo, intenso e armonico, si accentua con l’età. È un vino secco che si presenta al palato vellutato con il passare del tempo. Corposo e intenso, esalta le proprietà delle carni cotte al forno.

Alto Adige Cabernet, il gusto dell’aria di montagna

Ottimo con l’agnello al forno anche un calice di Alto Adige Cabernet, prodotto nella provincia autonoma di Bolzano. Altra etichetta DOC, eccellenza italiana. Un rosso deciso, dal colore rubino cupo o granato. Fermo, è caratterizzato da un profumo leggermente erbaceo e da un sapore asciutto, lievemente tannico, pieno.

Tutto il sapore della Sicilia in un calice di rosso

Ma tornando ai vini siciliani, quali sono quelli che meglio accompagnano un gustoso piatto di agnello al forno? L’Eloro rosso, un DOC siracusano, è perfetto. Un vino fermo, dal colore rubino con riflessi violetti o granati. Sapido, tannico e con retrogusto amarognolo fresco, presenta un profumo etereo, fresco, robusto.

E che dire del Nero d’Avola, vinificato sia in purezza sia in associazione a uve come il Frappato e il Perricone. Un grande classico tra i vini siciliani, trova la sua area di maggiore produzione nella parte sud-orientale dell’isola (Noto, Siracusa, Avola, Vittoria, Pachino e nel ragusano). Il colore è intenso, un rosso ciliegia scuro, con riflessi porpora. Il profumo gode di sfumature balsamiche e al palato questo vino si presenta di ottimo corpo, supportato da fresca acidità e tannini mai troppo astringenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1