Le migliori annate del Trebbiano di Soave

Posted on by

Il Trebbiano di Soave è un vitigno a bacca bianca. Quando è maturo si avvertono sentori di mandarino che ricordano il Verdicchio e il Pinot Blanc alsaziano.

Le annate migliori del Trebbiano di Soave

Il Soave Sup. DOCG “Vigneto Runcata” Dal Cero 2012 della Tenuta di Corte Giacobbe è un’ annata con picchi termici importanti, più alcolica che acida. E’ un vino rotondo, in buona evoluzione. Nelle annate più calde che l’uva raggiunge la giusta maturazione.

Il Soave DOC Classico “Vigneto Sengialta” 2011, Balestri Valda
è un’ altra annata con temperature elevate. E’ molto armonico, con frutto alcol, acidità equilibrati e presenta delle note floreali. Il Soave DOC “Danieli” 2010, Fattori è un’annata classica. E’ stato vinificato in acciaio, presenta sentori floreali e agrumati ma si percepisce anche la frutta matura. Presenta un bouquet ricco e piacevole. Al palato è un vino ancora giovane. Il Soave DOC Classico “Meridies” 2010, Nardello è della stessa annata ma questo vino è molto diverso dal precedente. Garganega 100%. Rispetto al precedente è più rotondo e maturo.

Il Trebbiano di Soave dal 2006 al 2009

Il Soave DOC “Sereole” 2009, Bertani è un’ annata piuttosto calda. E’ vinificato al di fuori della zona infatti è DOC. In bocca risulta molto rotondo e cremoso. Il SoaveDOC “Fontégo” 2009 (magnum), La Cappuccina, vino giovane, fresco con personalità. Il Soave Sup. DOCG Classico “Castelcerino” 2008, Cantina di Soave è un vino evoluto sia al naso che in bocca. Il Soave DOC “Monte Ceriani” 2007 (magnum), Tenuta Sant’Antonio è un’annata un po’ strana, piuttosto calda ad agosto e settembre.

Particolarmente fresco, ha sviluppato interessanti note di idrocarburi. Il Soave DOC “I Tarai” 2007, Corte Moschina è un vino in cui si sente solo la parte ossidativa, il miele e la mela cotta. Non è stata un’annata ottima. A differenza dell’annata 2006 del Soave DOC Classico 2006. Suavia. È un ottimo vino, fresco, agrumato, abbastanza complesso ma molto elegante ed equilibrato.

Il Trebbiano di Soave dal 2000 al 2005

Il Soave DOC Classico “Contrada Salvarenza” 2005 (magnum), Gini
è un’annata abbastanza regolare un po’ più fresca rispetto alla 2006. Le vigne hanno 130/140 anni. Ha avuto una fermentazione spontanea. E’ un vino ottimo. Complesso, ricco, equilibratissimo, lungo e persistente. Infine abbiamo l’annata 2000 con il Soave DOC Classico Superiore “Cà Visco” 2000 (magnum), Coffele. E’ stato vinificato in acciaio con circa il 20% di trebbiano di Soave. Presenta sentori balsamici e di scorza di arancia. Un vino che a 16 anni dalla vendemmia ha ancora tanto da dire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1