Abbinamento tra vino e ostriche: cosa

Posted on by

Abbinare ostriche e Champagne è un classico ma è un classico sbagliato. Lo zinco delle ostriche e l’acidità dello Champagne potrebbero dare fastidiosi sentori metallici. I forti sentori delle ostriche non trovano quindi molta armonia

I vini da abbinare alle ostriche

In alternativa ci sono numerosi vini da poter abbinare alle ostriche. Il Muscadet con la sua mineralità salmastra si adatta molto meglio alle ostriche rispetto allo Champagne. E’ fresco e agrumato. Con lo Chablis possono manifestarsi ancora dei sentori metallici ma in maniera più attenuata. Il Moscato d’Asti è tra gli abbinamenti dolci da fare con le ostriche. Non bisogna assolutamente servirlo poco freddo, si rovinerebbe l’accostamento con i molluschi. Lo Sherry Fino è un altro abbinamento classico tra vino e ostriche. Ha il potere di amplificare tutti i sentori delle nostre ostriche senza darci nessun sapore sgradevole, anzi. Ha una gradazione alcoli alta tra i 15 e i 16 gradi. Un vino rosso da abbinare alle ostriche è il Morgon. Lavora con le ostriche con la mineralità giusta, va bene con qualsiasi tipo di mollusco. Il Riesling Auslese meglio se è abbastanza maturo. Il Sauternes può andar bene a patto che non sia troppo dolce e piuttosto vecchio.

Gusti decisi per una prelibatezza

Il Valle D’Aosta Chambave Muscat è un vino tagliente, sapido e un concentrato di agrumi ed erbe, con ritorni speziati di zenzero e fiori gialli. Il Egly-Ouriet Grand Cru Brut Rose è uno champagne che si può abbinare alle ostriche: profumo di muschio, fragoline e ritorni di alghe. Complesso al palato, burroso a tratti, ma con una grande struttura e una finezza. Il finale è lunghissimo, con ritorni di limone, zenzero e confetti. Il Greco di Tufo Vigna Cicogna è un vino bianco strutturato e caldo, a livello gustativo è molto dinamico e ha un ottimo ritmo. Un sapore di miele e agrumi sposa alla perfezione con le ostriche.

Il Vermentino Ligure è un vino elegante con un ritorno di alghe e fiori che si vanno a mescolare alle spezie. Un altro Champagne da abbinare alle ostriche è il Brut Origin’ Elle: il suo profumo è di fiori di pesco, albicocche e frutta secca, ma al palato mostra carattere, mineralità e sensazioni burrose. Un Rosè Cantina della Volta si può abbinare splendidamente alle ostriche: profumo di frutti di bosco che si intrecciano a melagrana e petali di rosa. Al palato è tagliente ma ben modulato con lieviti che donano grande struttura ed eleganza. Il finale è persistente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1