Sting e il suo tour del vino itinerante

Posted on by

Un viaggio intorno all’Europa chiamato “The Palagio Tasting Tour” ideato da Sting insieme alla moglie Trudie Styler per raccontare i suoi vini toscani. Doppio appuntamento: concerto e degustazioni. Si parte il 19 marzo Düsseldorf in Germania in concomitanza con l’apertura di ProWein, una delle fiere più interessanti del settore vinicolo.

I vini delle tenute di Sting

Sting e la moglie faranno assaggiare ai fan e degustatori i vini delle loro tenute di Figline Valdarno, il Palagio: Beppe Rosato 2016, When We Dance 2015, Casino delle Vie 2014, Message in a Bottle bianco 2016 e rosso 2015, compreso il Sister Moon 2014, uno dei vini migliori d’Italia selezionati l’anno scorso da Wine Spectator per OperaWine al Vinitaly di Verona. A bordo del caravan anche Ralf Hoegger, il manager che dirige la tenuta. Non solo vino, ci sarà anche l’olio d’oliva e il miele di proprietà della famiglia di Sting. Il cantante resterà in Germania fino al 29 marzo, toccando le città di Hannover, Stoccarda e Monaco di Baviera.

L’inchiesta sul caporalato

Durante lo scorso ottobre Sting fu coinvolto in un’inchiesta sul caporalato nelle vigne del Chianti. Il cantante aveva affittato dei terreni a un’azienda che faceva lavorare alcuni profughi a 4 euro l’ora con l’aiuto di un caporale pakistano. La magistratura di Prato ha subito proclamato “la totale, assoluta estraneità di Sting a qualunque ipotesi di reato o anche di minima scorrettezza”. Ma Sting, che da sempre è impegnato insieme alla moglie nella difesa dei diritti umani è rimasto allibito dalla notizia e ha annunciato di voler aiutare i migranti sfruttati.
Dopo un mese dall’apertura dell’inchiesta è uscito il suo nuovo album con la canzone “Inshallah”, scritta dopo aver conosciuto a Berlino una famiglia di Aleppo che ha attraversato il Mediterraneo con un barcone. “In Inshallah – ha commentato Sting – mi sono messo in una di quelle barche, come fossi il padre di uno di quei piccoli bambini, con le stesse paure”. Il messaggio solidale sarà sicuramente uno dei momenti più intensi di tutto il tour e anche un omaggio ai migranti sfruttati, non solo durante la vendemmia.

Il tour di Sting al Bataclan

Dopo la Germania, il Palagio Tasting Tour arriverà in Svizzera. Il 30 marzo infatti Sting sarà a Zurigo e il 31 a Basilea. Il primo aprile ci sarà la degustazione e lo spettacolo in Lussemburgo, poi toccherà al Belgio: Bruxelles e altre città il 2 e 3 aprile. Il 10 aprile il cantante sarà a Londra e infine il 12 aprile a Parigi dove lo scorso novembre Sting aveva lanciato l’ultima sua opera con un concerto al Bataclan, che è stato riaperto a un anno di distanza dall’attentato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1