Come si calcola la gradazione del vino

Posted on by

La gradazione del vino è un elemento importante ed essenziale per l’analisi del vino stesso. Per calcolare la gradazione del vino ci sono due metodi: per distillazione e per ebollizione. Come si calcola allora la gradazione del vino?

Metodo per distillazione

Mediante la distillazione del vino e misurando la densità del distillato si può misurare la gradazione alcolica. Occorrono particolari strumenti di misurazione utilizzati nei laboratori chimici. Bisogna procedere con una doppia distillazione del vino alcalinizzato così da evitare che interferiscano elementi come l’anidride solforosa, l’acido acetito, aldeide e altre sostanze.

Successivamente va misurata la densità della soluzione idroalcolica che abbiamo ottenuto. Tale misurazione va effettuata attraverso una bilancia idrostatica o mediante la picnometria. Aiutandosi con delle apposite tabelle si riuscirà a stabilire il contenuto alcolico dalla densità del vino.

Metodo per ebollizione

Attraverso un apparecchio molto efficiente, chiamato ebulliometro di Malligand, è possibile calcolare la gradazione alcolica del vino in una maniera molto veloce anche se molto approssimativa. La precisione della misurazione della gradazione alcolica contenuta in un vino dipende da un determinato fattore ossia la presenza di poco zucchero e un contenuto alcolico che si aggira tra il 9 e il 12%. Per questa tipologia di vini è possibile mettere in relazione il titolo alcolometrico e la temperatura di ebollizione.

Partendo dall’assunto che il vino è essenzialmente un mix di acqua e alcol possiamo ricavarne la gradazione alcolica. L’acqua infatti bolle a 80°-100° mentre l’alcol raggiunge l’ebollizione a 78 gradi. Se la temperatura di ebollizione del vino si aggira intorno ai 78 gradi allora maggiore sarà il contenuto dell’alcol. Anche con il metodo dell’ebollizione si utilizzano delle tabelle apposite che permettono di mettere sullo stesso piano e quindi in relazione tra loro il titolo alcolometrico e la temperatura. Il tutto tramite l’ebulliometro di Malligand. Attraverso questo strumento quindi è possibile calcolare la gradazione alcolica di un vino con una certa approssimazione.

Altre definizioni di titolo alcolometrico:

Il titolo alcolometrico volumico effettivo o grado alcolico svolto è la percentuale di alcool contenuta effettivamente nella bevanda alcolica, in questo caso nel vino. Se un vino ad esempio, contiene 11 ml di alcol per litro significa che ha 11 gradi alcolici.

Il titolo alcolometrico volumico potenziale o grado alcolico potenziale è la quantità di alcol etilico che si può ottenere ancora dalla fermentazione di tutto lo zucchero rimasto nel vino. Quindi se in un litro di vino ci sono ancora 100 grammi di zucchero la fermentazione trasformerebbe questa quantità di zucchero in 60 ml di alcol ossia 6 gradi alcolici.

Il titolo alcolometrico volumico totale o grado alcolico complessivo è la somma del grado effettivo e di quello potenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *