Come eliminare le macchie di vino rosso

Posted on by

Il nostro vino non ci regala solo sensazioni positive; non parliamo degli effetti negativi dell’abuso di alcol, ma anche di situazioni più frequenti e certamente meno gravi, ma non meno problematiche, come le macchie di vino rosso su abiti e tessuti. Per fortuna, esistono diversi rimedi che possono eliminare queste tracce e rimuovere i fastidiosi aloni che derivano da cattivi sorsi.

Macchie di vino rosso sui capi

Quando versiamo accidentalmente del vino si rischia di piangere due volte: la prima per il prezioso contenuto che va perso, la seconda per la macchia che inevitabilmente si va a creare sul tessuto, che sia un capo di abbigliamento, una tovaglia o un tappeto. La nostra bevanda del cuore, infatti, lascia ricordi indelebili non solo al nostro palato, ma anche nella fase di lavaggio, perché le macchie di vino rosso sono tra le più ostinate e difficili da mandare via. Però, non serve essere esperti di lavaggi o massaie di lunga data per riuscire a risolvere il problema.

I rischi delle macchie di vino

Il vino rosso ha un colore energico e caratteristico che, però, presenta anche un aspetto negativo quando capita sui tessuti: questa sua forza, infatti, si riflette anche nelle macchie, che sono altrettanto evidenti e intense, soprattutto nei primi momenti del “versamento”, espandendosi velocemente e irradiandosi sul capo. Per questo, è alta anche la possibilità che rimangano aloni o tracce dopo il lavaggio, e dunque è necessario procedere con cautela e precauzione prima di avvicinarci alla lavatrice.

Come lavare un capo macchiato di vino

La prima cosa da ricordare per togliere le macchie di vino rosso è che è necessario pretrattare: il solo lavaggio in lavatrice potrebbe infatti non essere sufficiente, soprattutto se il tessuto non viene lavato immediatamente dopo alla caduta del liquido. Come dicevamo, per fortuna esistono ingredienti naturali e rimedi casalinghi che possono rivelarsi molto efficaci per raggiungere il risultato sperato, ovvero restituire al nostro capo l’aspetto iniziale.

Quali prodotti usare per smacchiare il vino

Il primo prodotto che può essere usato è il classico sapone di Marsiglia, che esegue la sua azione di pulizia sia su macchie fresche che su quelle già secche: basta strofinare con forza la macchia con un panetto di sapone di Marsiglia inumidito, e poi riporre il capo in lavatrice e procedere al programma dedicato. Più sorprendente si rivela l’effetto del sale grosso, che funziona bene anche per togliere le macchie di vino rosso sui tessuti resistenti: in questo caso, si deve posizionare il sale sulla macchia e lasciare agire per alcuni minuti, versando successivamente dell’acqua bollente.

I rimedi per togliere le macchie di vino rosso

Nella stessa famiglia segnaliamo anche il percarbonato di sodio, uno sbiancante naturale all’ossigeno attivo che ha produce un effetto concreto quando usato come pre-trattante per togliere le macchie di vino rosso dalle tovaglie bianche o da una camicia in tessuto resistente; il metodo d’uso è di lasciare il capo in ammollo con acqua e percarbonato, rifacendosi comunque alle indicazioni riportate sulla confezione. Quando invece abbiamo a che fare con tessuti delicati è consigliabile passarci prima dell’alcool denaturato e di bagnarli successivamente con aceto bianco, per poi lavarli come d’abitudine.

Macchie di vino, i rimedi casalinghi

Esistono poi due tecniche molto casalinghe che possono essere messe in pratica al momento del bisogno. La prima è versare sulla macchia di vino qualche goccia di acqua frizzante e poi strofinare: funziona in pochi istanti, e la macchia si attenua subito; è una soluzione consigliata soprattutto quando si è fuori casa e ci si sporca magari la camicia, che poi andrà lavata normalmente in lavatrice al ritorno. L’ultimo consiglio riguarda un rimedio classico, che dovrebbe rivelarsi adatto ad attenuare sia le macchie fresche che quelle più vecchie: parliamo del mix di succo di limone e sapone liquido, da lasciare agire sul capo per alcuni minuti prima di lavarlo regolarmente. In alternativa, si può tentare con del dentifricio, da applicare sulle macchie asciutte che sporcano tessuti resistenti; in questo caso, però, bisogna fare attenzione alla tipologia del dentifricio: se è sbiancante, infatti, potrebbe provocare un effetto simil candeggina sui capi colorati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1