Abbinamento tra vino e stinco di maiale

Posted on by

Una delle carni più consumate è certamente quella di maiale, dal gusto pieno, cucinabile in innumerevoli maniere per regalare piacevoli sensazioni di gusto.

In particolar modo, ci concentreremo sullo stinco di maiale, una pietanza dal sapore deciso, spesso servita con contorni di patate al forno o verdure, della cui ricetta non ci occuperemo in questa sede.

Il nostro scopo è invece cercare di capire quale abbinamento tra vino e stinco di maiale sia l’ideale per un buon equilibrio di sapori, proponendo bottiglie semplici e al tempo stesso ricche di sensazioni.

Una carne dal sapore intenso

Per prima cosa, per fare un abbinamento tra vino e stinco di maiale, bisogna tenere conto che essendo questa pietanza una carne ricca di proteine, essa si accoppia in modo eccellente con i tannini presenti nei vini rossi strutturati e moderatamente invecchiati, in quanto l’amarognolo tannico viene addolcito dal gusto della carne di maiale stessa.

Sulla base di questa indicazione preliminare, andiamo a vedere quali bottiglie di rosso si abbinano meglio allo stinco di maiale

Abbinamenti tra vino e stinco di maiale

Essendo quindi concordi sulla sapidità dello stinco, e tenendo in considerazione che un piatto come questo è cucinato in umido o arrosto e accompagnato da un ricco contorno, proviamo innanzitutto a concentrarci su vini rossi di grande struttura, dal gusto secco e armonico.

In primis si può optare per un buon Chianti Classico DOC di medio corpo, oppure virare su di una bottiglia di Merlot, oppure ancora prendere in considerazione vini molto più strutturati, come lo sono ad esempio il Barbera piemontese o il siciliano Nero d’Avola, vini dal gusto persistente e dalla ben più elevata gradazione alcolica.

Questi ultimi due vini in elenco risultano essere invecchiati per molto più tempo rispetto ai primi, il che aumenta il gusto tannico che controbilancia la dolcezza e la sapidità della carne di maiale.

Un ottimo abbinamento tra vino e stinco di maiale si ottiene anche dall’impiego di un classico Pinot Nero, un vino che per la sua delicatezza e per il suo bouquet che ricorda i frutti rossi riesce a sposarsi perfettamente con la lunga cottura dello stinco.

Altro abbinamento abbastanza classico tra vino e stinco di maiale è quello con un buon bicchiere di Sangiovese di Romagna Doc, un vino da pasto abbastanza duttile e che ha una media corposità, oltre che un gusto amarognolo decisamente presente.

Infine potete prendere in esame l’accostamento tra lo stinco di maiale e una bottiglia di Cabernet Sauvignon, ottenuta dal medesimo vitigno, e caratterizzata per il suo bouquet complesso, frutto di un lungo affinamento in botti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1