I rossi italiani compagni ideali del filetto al pepe verde

Posted on by

Piatto raffinato e dal sapore intenso, il filetto al pepe verde ha conquistato i palati italiani grazie anche alla semplicità della preparazione. Originario della Francia, infatti, questa ricetta unisce il gusto ricco di senape e burro con il piccante del pepe verde, che accompagnano la carne di manzo (o, in alcune varianti, di maiale) in maniera deliziosa. La presenza di differenti aromi può però far sorgere qualche dubbio sugli accostamenti da servire a tavola: ecco allora una piccola guida per scoprire i migliori abbinamenti tra vino e filetto al pepe verde.

Il filetto, un taglio pregiato

Facile da cucinare, succulento e morbido anche dopo la cottura, il filetto è un tipo di taglio di carne, di origine sia bovina che suina, che proviene dalla zona lombare dell’animale. Il filetto di manzo, in particolare, è considerato il taglio più prezioso del bovino, perché in grado di regalare arrosti raffinati e bistecche tenerissime, come nel caso del nostro piatto, che è uno dei modi più tipici e tradizionale di servire questa carne.

Il filetto di manzo al pepe verde è un’antica ricetta francese, come si può intuire dalla presenza di un ingrediente come la senape che, abbinata alla panna e al burro, creano una gustosa e golosa salsina che si sposa in modo perfetto con la tenerezza della carne, esaltandone il sapore grazie al tocco in più offerto dalla particolare tipologia di pepe utilizzato.

Il Pepe Verde, un tocco in più per esaltare i sapori

Insieme a quello bianco e al più comune nero, il pepe verde è uno dei tre tipi di questa spezia che solitamente trovano impiego in cucina. La principale differenza tra questi prodotti sta nei tempi di raccolta e nella modalità di lavorazione: se si lasciano fermentare le bacche della pianta del pepe, si ottiene la variante nera, mentre invece la completa maturazione produrrà il pepe bianco. Già da questo si capisce, dunque, che il pepe verde è una tipologia “intermedia”, che si ottiene dal frutto ancora acerbo, che può essere poi essiccato oppure conservato in salamoia o sott’aceto.

Rispetto alle altre versioni, il pepe verde ha un gusto più fresco, erbaceo e balsamico, che si sprigiona soprattutto con la conservazione in salamoia. Nella ricetta del filetto al pepe verde, è possibile utilizzare questa spezia sia tritandola sulla carne che lasciando le bacche in grana più grossa.

La ricetta del filetto al pepe verde

La preparazione di questa ricetta risulta abbastanza semplice e veloce (un quarto d’ora circa), anche perché pochi sono gli ingredienti di base da tenere a portata di mano: burro, panna fresca (meglio di quella UHT per la gustosità), senape, rosmarino, brandy e un pizzico di sale, oltre ovviamente al pepe verde e alla carne, regina del piatto. È facile intuire che, per una perfetta riuscita, è fondamentale scegliere un filetto fresco e di qualità, anche se ciò comporta un aumento della spesa. Dal punto di vista calorico, il filetto di manzo è in genere una carne magra, ma la presenza della salsina ricca di sapori e di grassi aumenta l’apporto: pertanto, una porzione da 100 grammi di filetto al pepe verde contiene circa 220 kcal.

Il vino giusto con il filetto al pepe verde

Il filetto al pepe verde si rivela un piatto raffinato, dal sapore intenso e persistente e una nota finale piccante regalata appunto dalla spezia. In questo caso, dunque, il migliore abbinamento tra vino e carne è quello che consente di esaltare a pieno l’esperienza del gusto e, allo stesso tempo, donare un senso di freschezza alla bocca: il consiglio è di preferire dei vini rossi strutturati e persistenti, che possano tener testa in modo valido al piatto. Tra i vini consigliati per il filetto al pepe verde, allora, ci sono i classici Amarone della Valpolicella, Barolo e Brunello di Montalcino, ma possono ben figurare anche accostamenti più particolari come Aglianico del Vulture e Primitivo di Manduria, suggeriti in modo particolare a chi vuole tenere un legame alle proprie radici geografiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1