I 50 anni del Montepulciano: un compleanno DOC

Posted on by

Il paese di Montepulciano, in provincia di Siena, ha recentemente festeggiato il cinquantesimo compleanno del suo concittadino più illustre, ossia il vino che ogni anni viene prodotto ed esportato i tutto il mondo da queste colline.

È infatti risalente al 1966 il riconoscimento da parte dello Stato italiano della Denominazione di Origine Controllata del Vino Nobile di Montepulciano, con decreto di Legge firmato dal presidente Saragat.

I 50 anni del Montepulciano sono stati celebrati in questo periodo in diversi modi: oltre a numerose degustazioni di bottiglie dell’annata 1966, nell’omonimo paese dell’entroterra senese sono state realizzate numerose manifestazioni, incontri, ed inaugurazioni, come quella dell’enoteca del Consorzio del Montepulciano e la relativa sede.

Una storia che dura da oltre 50 anni

Il Montepulciano è stato uno dei primi vini a beneficare della DOC, anche se il decreto di legge che sanciva la nascita di tale sigla di garanzia risale al 1963; fino ad allora, numerosi produttori beneficiavano del termine Montepulciano in maniera impropria, senza avere le giuste condizioni e requisiti, che la denominazione stessa impose tre anni dopo ai produttori di questa ennesima eccellenza del territorio toscano.

Dati e cifre

Le aziende produttrici di Montepulciano sono oggi circa 80, con 8 milioni di bottiglie realizzate all’anno. Dal 1980 inoltre questo vino ha ottenuto la DOCG, che ne certifica in maniera ancor più stringente e rigorosa l’assoluta qualità e provenienza.

Oggi il Montepulciano viene per l’80% commercializzato all’estero, mentre il restante 20% è venduto all’interno del nostro paese, per un totale di fatturato di oltre 500 milioni di euro.

Per quanto riguarda invece i dati di vendita dello scorso anno, sono state vendute circa 7 milioni di bottiglie di Vino Nobile e 2,8 milioni di Rosso di Montepulciano Doc.

Andando ad elencare i paesi che maggiormente importano questo prezioso vino, in testa abbiamo la Germania con il 46% dell’export totale, mentre al secondo posto ci sono gli Stati Uniti con il 20%, mentre al terzo posto abbiamo la Svizzera, col 17% delle esportazioni

Il settore vinicolo sul territorio di Montepulciano occupa circa il 70% dell’economia totale, grazie anche all’abbondanza di terre da coltivare: infatti in quest’area vi sono circa 16.500 ettari di superficie di terreno agricolo, dei quali  2.200 ettari sono coltivati a vigneti.

Per quanto riguarda invece le cifre occupazionali, il vino Montepulciano offre lavoro a circa mille lavoratori, distribuiti su 250 aziende coltivatrici, senza poi contare i lavoratori stagionali, che da ogni parte del territorio circostante offrono la propria manodopera per vendemmiare questo straordinario frutto della passione e della fatica dell’uomo.

(Foto e fonte: ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1