Come si svolge l’esame AIS per Sommelier

Posted on by

Una delle professioni più prestigiose all’interno del mondo vinicolo è quella di sommelier: conoscere infatti le caratteristiche intrinseche di ogni bottiglia permette di consigliare i clienti dei ristoranti sulla scelta dei vini e dei piatti da abbinarvi, per un connubio perfetto tra buon cibo e buon bere.

Ma diventare sommelier comporta frequentare i corsi dell’Associazione Italiana Sommelier, al termine dei quali dovrà essere superato  un esame che attesti le conoscenze del candidato.

In questa sede ci occuperemo perciò di capire in che cosa consiste l’esame AIS e quali requisiti servono per accedervi.

I corsi AIS

Stando a quanto riportato dal sito ufficiale dell’Associazione Italiana Sommelier, vengono organizzati in tutto il paese corsi professionalizzanti atti a formare professionisti del settore vinicolo.

Il programma di studio dei corsi AIS prevede tre differenti livelli, con nozioni teoriche basilari differenziati, incontri e serate in ristoranti selezionati dall’Associazione, oltre che visite ad Aziende Vinicole e opportunità di conoscere professionisti del settore.

I Livelli dei corsi AIS

Il primo livello tratta come argomenti la viticoltura, l’enologia, e soprattutto la tecnica base della degustazione e la maniera di servire vino a tavola, caratteristiche fondamentali per un ottimo sommelier.

Nel secondo livello si affrontano invece le produzioni vinicole italiana e straniera, con particolare approfondimenti sul territorio di origine del vino.

Viene poi approfondita la tecnica di degustazione, al fine di affinare olfatto e gusto, in modo tale da riconoscere le diverse caratteristiche intrinseche di ogni singolo bicchiere, e dare un giudizio competente.

Infine, il terzo livello del corso AIS mette in relazione il cibo con il vino, cercando di mettere alla prova i candidati con diverse tipologie di pietanze e contorni, per abbinare al meglio le caratteristiche gastronomiche a quelle peculiari di ogni bottiglia.

Oltre a lezioni teoriche, con libri di testo forniti dalla stessa Associazione, ogni candidato affronterà prove ed esercitazioni pratiche mediante il kit in sua dotazione, costituito da bicchieri e quaderni con schede per l’abbinamento.

L’esame per Sommelier

L’esame AIS per il conseguimento del titolo professionale di sommelier si basa su due giorni di prove scritte, pratiche e orali atte a verificare la preparazione culturale e le conoscenze pratiche dei singoli candidati.

Ad ogni livello corrisponde un esame specifico, che attesta il superamento da parte dell’allievo della prova e ne certifica la qualifica professionale.

La prova scritta, stando al regolamento, si svolge entro 20 giorni la conclusione dei corsi.

Per quanto riguarda invece le prove pratiche e orali, esse avvengono tra i 14 e i 28 giorni dopo la prova scritta.

Superate entrambe le prove, i candidati idonei riceveranno da parte dei membri della commissione di valutazione l’Attestato di Sommelier, il tastevin con catena tipico del mestiere, oltre che il distintivo peculiare dell’AIS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1