Come preparare il Bellini

Posted on by

Il Bellini è uno dei cocktail maggiormente diffusi durante il rito collettivo dell’happy hour.

Le sue origini si devono ad un barista veneziano, Giuseppe Cipriani, che nel 1948 intitolò la sua invenzione in onore del celebre pittore veneto Giovanni Bellini, per via di un dipinto in cui quest’ultimo ritraeva la tonaca rosata di un santo; di qui l’associazione tra il pittore ed il colore rosa del cocktail.

Caratteristiche principali

Il Bellini è un tipo di cocktail non troppo dolce, e allo stesso tempo non troppo alcolico, che lo rendono abbastanza diffuso e consumato da amanti del buon bere di ogni tipologia.

La base di questo drink è il Prosecco, o comunque uno spumante secco, o in alternativa lo champagne, il che lo rende simile ad altri cocktail a base di questo vino, come ad esempio il Rossini o il Mimosa.

Col passare del tempo sono state realizzate numerose varianti di questo celebre cocktail, che differiscono notevolmente dalla semplice miscela di succo di pesche bianche e Prosecco.

Tuttavia, quel che cercheremo di fare in questa sede è spiegarvi come preparare il  Bellini direttamente a casa vostra, indicandovi ingredienti e modalità di preparazione per poter gustare questa splendida ed elegante bevanda ogni volta che lo vorrete.

Ingredienti di base per la preparazione del Bellini

Prima di tutto assicuratevi di avere almeno due pesche dalla polpa bianca, che costituiranno l’ingrediente di base con cui realizzare il nostro drink.

Inoltre, vi servirà del succo di frutta alla pesca, da miscelare successivamente al Prosecco.

Per quanto riguarda quest’ultimo, siete liberi di scegliere quel che più vi aggrada; ma un ottimo Prosecco di Valdobbiadene dalla Denominazione di Origine Controllata sarebbe l’ideale per dare quel tocco di classe ad una bevanda già di per sé ottima.

Se opterete invece per lo champagne, fare te un ottimo Bellini Royal, una variante di classe rispetto al normale cocktail.

Se vorrete poi guarnire il vostro bicchiere, assicuratevi di lasciare da parte qualche fettina di pesca come guarnizione, assieme magari a qualche ombrellino da cocktail e a qualche cannuccia colorata.

Infine vi serviranno dei flûte da champagne, e una caraffa dove versare il cocktail una volta miscelato il tutto nel frullatore.

Istruzioni per la preparazione del Bellini

Mettete le pesche sbucciate all’interno del frullatore, al fine di ottenere una polpa vellutata e senza troppi grumi.

Successivamente, mettete il composto nella caraffa, e mescolatelo col succo di pesca, al fine di ottenere un composto omogeneo non troppo denso.

Per quanto riguarda le proporzioni tra succo di pesca e Prosecco, esse sono di 1/4 di succo e di 3/4 di vino.

Una volta mescolato il tutto all’interno della caraffa, potete versare il risultato dentro i bicchieri.

Infine, procedete a decorare i bicchieri con delle fettine sottili di pesca che avrete precedentemente messo da parte prima di frullare la loro polpa.

Se seguirete questi pochi e semplici consigli, state certi che voi e i vostri ospiti gusterete un magnifico bellini, buono quanto quello del bar, con il vantaggio di essere comodamente seduti a casa vostra in compagnia di amici e parenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1