Champagne Jacques Lassaigne

Posted on by

Classificata come appartenente alla regione della Cote des Bars, conosciuta anche come Aube, Montgueux è una piccola collina di puro gesso a 12km a nord della storica cittadina di Troyes. Viene descritta dagli esperti come la Montrachet dello Champagne con i 186 ettari di vigne piantate all’85% con Chardonnay perfettamente esposte in direzione sud-est.

Il Terroir

La parte superiore del terreno è composta da argilla e calcare, mentre per i successivi 60 metri una enorme coltre di gesso ne caratterizza la conformazione. Questa terra ha 13 milioni di anni, molto più vecchia di quella dei Grand Cru della più quotata e famosa Cote de Blancs. Tutti questi elementi combinati aiutano a creare un perfetto terroir che a sua volta conferisce ai vini la giusta acidità e sapidità necessaria per l’invecchiamento.
Jacques Lassaigne ed i suoi figli Emmanuel e Ludovic sono i primi veri grandi promotori del terroirs di Montgueux, grazie ai loro originali blanc de blancs, pieni di mineralità e finezza. Emmanuel, che si occupa della vinificazione, è un vero appassionato del prezioso terroir. Attento ad ogni dettaglio, coltiva le sue vigne con la massima naturalezza possibile, seguendo i cicli del sole e della luna e adottando tecniche a volte biologiche, a volte biodinamiche, o di cultura ragionata con l’intento di salvaguardare i suoi unici due obiettivi: pianta e terreno.

In Cantina

LassaigneAnche in cantina gli interventi sono ridotti al minimo: viene usata una bellissima pressa manuale di legno, 4 piccoli depositi per la fermentazione, qualche vecchia botte da 3000 litri e una serie di barriques per lo più usate, ma delle migliori marche francesi, che vengono fatte “girare” a seconda dei vari assemblaggi delle varie cuvee. Inoltre vengono usati solo lieviti indigeni e lo champagne non viene mai nè filtrato nè chiarificato. Emmanuel è un fanatico del processo di vinificazione: ogni fase deve avere il suo tempo necessario per essere realizzata con la massima cura.

Per esempio la fase della “prise de mousse” (ovvero la fase della spumantizzazione, in cui si formano le bollicine, quando le bottiglie, accatastate orizzontali al buio e al fresco, grazie ai lieviti fermentano lo zucchero, con formazione di anidride carbonica e alcol etilico) di norma può durare da 1 a 3 mesi. Una velocità troppo rapida in questa delicata operazione potrebbe portare ad un vino con troppo gas. Per questo Emmanuel impiega in questa operazione più di tre mesi ottenendo così un mosto finemente spumoso. Per alcune cuvee addirittura sono due le fasi di prise de mousse. Dopo la prima il vino torna nelle barriques per il normale invecchiamento fino a quando non è completamente sgasato per poi ri-iniziare una seconda fase di prise de mousse finale. Questa tecnica richiede grande dedizione e lavoro ma lo aiuta anche ad usare meno anidride solforosa ed il risultato si vede nel perlage e nella finezza di tutti i suoi champagne.

Il Jacques Lassaigne Champagne Les Vignes de Montgueux Blanc de Blanc Extra Brut

Jacques Lassaigne Champagne Les Vignes de Montgueux Blanc de Blanc Extra BrutTutti i vini Jacques Lassaigne hanno dosage piuttosto bassi in modo che i loro terroir di provenienza possano risplendere nella loro completezza. Sono anche state introdotte piccole barriques in modo da conferire complessità e “spessore” alle diverse cuvee. Emmanuel è un metodico purista sempre pronto a cogliere ogni occasione per migliorare, perfezionare, ed incrementare la qualità di tutte le sue cuvee, ognuna delle quali rispecchia il luogo da cui proviene.

Un esempio di questi prodotti unici è il Jacques Lassaigne Champagne Les Vignes de Montgueux Blanc de Blanc Extra Brut, uno champagne dai profumi fini ed eleganti di lieviti, agrumi, frutta fresca, fiori d’acacia, latte di mandorle, dal gusto fresco e sapido, pieno e succulento, morbido e di ottima struttura, perfetta espressione della ricchezza del terroir di Montgueux.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1