Querciabella: eccelenza del Chianti

Posted on by

La storia e il territorio.

Querciabella è stata fondata nel 1974 da Giuseppe Castiglioni. L’Azienda si trova a Greve in Chianti, nello splendido territorio collinare della Toscana. La tenuta comprende 74 ettari di vigneti nella zona del Chianti Classico, situati nelle pregiate zone di Greve, Panzano,    Radda e Gaiole e 32 ettari coltivati nella Maremma Toscana della Costa degli Etruschi.

 

 

Querciabella_05Dal Biologico al Biodinamico

Fin dalle origini, la filosofia aziendale si è ispirata al massimo rispetto della natura e all’armonia tra la coltivazione della vite e l’ambiente circostante. Un’attenzione e una sensibilità che hanno portato Querciabella ad abbracciare fin dal 1988 l’agricoltura Biologica, per approdare nel 2000 alla coltivazione Biodinamica dei vigneti. Un percorso progressivo che ha sempre avuto come punti di riferimento la tutela di un territorio incontaminato e la produzione di vini d’eccellenza, senza nessun compromesso. La viticoltura è sempre stata vista nella prospettiva della continuità con le più antiche e nobili tradizioni del Chianti, ma proiettata verso la ricerca della sostenibilità ambientale e il rispetto della terra. Un valore imprescindibile per ottenere uve sane e di qualità, all’interno di un contesto, che favorisce la biodiversità e la vitalità dell’intero ecosistema del territorio. Una visione sicuramente lungimirante, che ha premiato l’Azienda, riconosciuta anche a livello internazionale, come una delle realtà più interessanti del panorama toscano.

 


Querciabella_03Il presente

Oggi Querciabella è l’azienda con la più vasta estensione di vigneti certificati in coltivazione Biologica del territorio nazionale. La stessa attenzione è stata rivolta alle pratiche di cantina, in cui si cerca di intervenire il meno possibile nel naturale processo di trasformazione dell’uva in vino. La svolta Biodinamica, ha condotto anche all’utilizzo di un protocollo Vegano, che esclude l’utilizzo di qualsiasi prodotto di origine animale in tutte le fasi della produzione. Sono inoltre bandite dall’azienda le pratiche dell’osmosi inversa e l’utilizzo di OGM. Le splendide esposizioni collinari, che arrivano quasi a 500 metri d’altitudine sul livello del mare, i terreni particolarmente vocati, il clima soleggiato e ventilato, con notevoli escursioni termiche, sono tutti elementi che contribuiscono a creare un habitat perfetto per la coltivazione della vite. Nella scelta dei vitigni, si è privilegiato il sangiovese, l’uva autoctona per eccellenza del territorio. Tuttavia nella tenuta sono coltivati anche vitigni internazionali da tempo presenti in Toscana, che hanno dimostrato di essersi perfettamente ambientati: chardonnay, pinot bianco, cabernet sauvignon, cabernet franc, merlot e syrah.

 

I Vini

Querciabella produce setti vini, una gamma che rispecchia con fedeltà e schiettezza il territorio della tenuta, sia per quanto riguarda la zona Classica del Chianti che i vigneti della Maremma Toscana.

BatarL’unico vino bianco di Querciabella è il Toscana IGT Batàr, prodotto con parti uguali di chardonnay e pinot bianco. Le singole parcelle delle vigne sono vinificate separatamente e la fermentazione avviene in barriques di rovere francese, dove il vino svolge anche la malolattica. Dopo circa 12 mesi di affinamento in legno, si procede a realizzare la cuvée, che riposa per ulteriori 6 mesi in vasche di cemento. Il vino completa il suo affinamento con 6 mesi in bottiglia prima di lasciare la cantina. E’ un bianco, intenso e di buona struttura, con una bella propensione all’invecchiamento.

 

ChiantiPer quanto riguarda i rossi, il vino della tradizione, che meglio rappresenta il territorio, è il Chianti Classico DOCG, sangiovese in purezza prodotto da vigneti con rese molto basse, circa 35 ettoliti per ettaro, che donano uve di straordinaria qualità e intensità aromatica. Dopo la raccolta manuale e la diraspatura, le uve sono avviate alla fermentazione in vasche d’acciaio a temperatura controllata, con una macerazione che dura circa 12 giorni. Il vino matura in barriques e tonneaux di rovere francese, per un 5% nuove e per il resto di secondo e terzo passaggio, per un periodo di circa 14 mesi. Si procede poi alla scelta delle migliori partite per creare l’assemblaggio finale. Dopo l’imbottigliamento, il vino rimane in cantica per almeno 3 mesi prima della messa in commercio. Vengono anche prodotte circa 10.000 bottiglie l’anno di Chianti Classico Riserva DOCG, realizzato selezionando solo le migliori parcelle di Greve, Radda e Gaiole. L’affinamento in legno si prolunga per circa 16/20 mesi. Rappresenta l’eccellenza del territorio del Chianti Classico, un grande rosso da invecchiamento.

 

CamartinaIl Toscana IGT Camartina è frutto di un blend tra cabernet sauvignon (70%) e sangiovese (30%). La vinificazione delle due uve avvengono separatamente e i vini maturano in barriques di rovere francese, per il 25% nuove. Dopo circa un anno si scelgono i migliori lotti e si procede alla creazione dell’assemblaggio finale. Camartina è un vino di grande struttura e profondità, con un potenziale d’invecchiamento di 15/20 anni.

 

 

MongranaIl Maremma Toscana Mongrana IGT è realizzato con sangiovese (50%), merlot (25%), cabernet sauvignon (25%). Dopo la raccolta manuale e la fermentazione in vasche d’acciaio, il vino matura in acciaio e vasche di cemento. E’ un vino che esalta soprattutto la fragranza degli aromi fruttati e la piacevole freschezza, trasferendo nel bicchiere il vivace calore della Maremma Toscana.

 

 

TurpinoIl Toscana IGT Turpino è un blend particolare, realizzato con cabernet franc, syrah e merlot. Metà delle uve provengono dalla tenuta di Greve in Chianti e il restante 50% dalla vigne della Maremma Toscana. Dopo una breve macerazione a freddo, le uve sono avviate alla fermentazione in legno con lieviti indigeni. Segue la maturazione in barriques di rovere francese per circa 16 mesi. Si procede poi all’assemblaggio e a un’ulteriore affinamento, in vasche di cemento, per circa 6/8 mesi prima dell’imbottigliamento. Un vino di grande finezza ed eleganza, che ben rispecchia il taglio dei tre grandi vitigni francesi.

 

PalafrenoChiudiamo con il Toscana Merlot IGT Palafreno è un merlot in purezza, realizzato con le uve dei migliori vigneti della tenuta di greve in Chianti. Dopo la fermentazione, il vino matura in barriques di rovere francese per un periodo di circa un anno. Si procede quindi alla scelta dei migliori lotti, che una volta assemblati completano l’affinamento per altri 6 mesi. Infine, riposa sei mesi in cantina dopo l’imbottigliamento, prima di essere messo in commercio. E’ prodotto solo nelle migliori annate e in sole 3.000 bottiglie. Rappresenta una vera eccellenza, è un vino ricco, elegante, avvolgente e complesso, che ha bisogno di alcuni anni d’invecchiamento per esprimere a pieno il suo potenziale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1