Taurasi Riserva Docg Piano di Montevergine – Feudi di San Gregorio

Posted on by

Taurasi è una località in provincia di Avellino, famosa per uno dei vini rossi più famosi del sud Italia. Si trova in Irpinia, una regione dalle antiche tradizioni nel campo della viticoltura, già importante ai tempi degli antichi Romani.

E’ un territorio montuoso e collinare con un clima continentale, caratterizzato da forti escursioni termiche stagionali e giornaliere, che garantiscono il perfetto sviluppo del ciclo vegetativo della vite e la maturazione di uve con profumi e aromi intensi. Le vigne fanno parte di un contesto naturale incontaminato, con vaste aree boschive dalla grande biodiversità. Nel territorio la vite coesiste da secoli con alberi da frutta, noccioli, ulivi e erbe aromatiche. I terreni godono di belle esposizioni, sono di matrice vulcanica e sedimentaria, con suoli ricchi di scheletro e di sostanze minerali, molto drenanti e perfetti per la coltivazione della vite. Le vigne di Feudi di San Gregorio si trovano nella zona di Sorbo Serpico, in una splendida area collinare a un’altitudine compresa tra i 350 e i 700 metri. Fin dall’inizio la Cantina ha puntato sulla valorizzazione dei vitigni autoctoni del territorio, fiano, greco di tufo, falanghina e aglianico, che da sempre sono coltivati in queste terre. Nella zona di Taurasi, l’aglianico ha trovato le condizioni pediclimatiche per esprimersi a livelli qualitativi di vera eccellenza. All’inizio del secolo, l’aglianico irpino ha condiviso il destino di molti vini del sud, ritenuti adatti solo a rinvigorire di struttura, colore e grado alcolico i rossi francesi e delle regioni nord. Ma nel corso dei decenni, si è sviluppata una sempre maggior consapevolezza dell’assoluto valore dei vini della zona di Taurasi, che ha portato molte cantine a intraprendere un percorso di tutela dell’aglianico e dei vitigni autoctoni del territorio. Grazie a questo lavoro di valorizzazione del patrimonio vitivinicolo irpino, il Taurasi è diventato uno dei vini rossi del sud Italia più apprezzati, tanto da essere insignito del riconoscimento della Docg nel 1993. L’aglianico è un vitigno a bacca rossa dalle enormi potenzialità. Come molte varietà del sud Italia, molto probabilmente è arrivato in campania durante il periodo della colonizzazione greca. Il suo stesso nome potrebbe derivare proprio dall’espressione “Hellenico”, trasformatasi nel tempo in aglianico. Si tratta di un vitigno capace di donare vini di straordinaria struttura, con tannini importanti e grande freschezza, tutte caratteristiche che ne assicurano la grande longevità e l’evoluzione nel tempo verso bouquet ricchi, intensi, complessi ed eleganti. Feudi di San Gregorio, si è impegnata nella coltivazione di questo vitigno attraverso il recupero di viti centenarie e alla riscoperta dei migliori e più antichi cloni.

pianoDiMontevergineIl vigneto di maggior prestigio è sicuramente “Piano di Montevergine”, dove la vite è coltivata insieme a nocciole e ulivi e che dà i natali al vino di punta dell’Azienda, il Taurasi Riserva Docg Piano di Montevergine. Dopo l’accurata selezione dei grappoli in vendemmia, le uve sono avviate alla fermentazione in serbatoi d’acciaio, con una macerazione della durata di circa 3 settimane. Il vino matura poi dai 18 ai 24 mesi in barriques di rovere francese e in botti da 50hl di media tostatura. Prosegue l’affinamento in bottiglia per almeno 24 mesi prima della commercializzazione. Il risultato è un vino di grande fascino, potente ed elegante. Ha un bellissimo colore rosso rubino intenso. con riflessi granato. Il profilo olfattivo è complesso e raffinato. Le note di prugna, ciliegia e piccoli frutti di bosco, si stemperano in sentori speziati e balsamici, che si aprono a delicate nuances terziarie. Al palato, denota la sua struttura importante, il bouquet è di grande profondità e complessità, con trama tannica fine ed elegante, equilibrata freschezza e piacevole mineralità. Il finale e asciutto pulito, di grande finezza e persistenza. A tavola trova i migliori abbinamenti con agnello, carni rosse arrosto, al forno o alla brace e con la selvaggina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1