Il mondo dei vini liquorosi: Sherry, Porto, Madeira e Marsala

Posted on by

Quello dei vini liquorosi è un mondo affascinante, pieno di profumi, di sapori decisi, ricchi e irresistibili; uno dei tanti microcosmi di cui si compone il variegato panorama del vino, fatto di prodotti particolari, senza mezze misure, che esige il pieno e totale abbandono dello spirito e del palato.

I vini liquorosi sono un po’ a metà strada tra un vino tradizionale e un superalcolico in termini di titolo alcolometrico, infatti, l’alcol di un vino liquoroso deve essere contenuto in un range che va dal 15 al 22%, a fronte di un 12% minimo contenuto nel vino-base da cui si ottiene – secondo diversi procedimenti – uno specifico vino liquoroso.

Ma forse siamo andati già troppo avanti, procediamo per ordine e cerchiamo di capire che cos’è un vino liquoroso, quali sono i vini liquorosi nel quadro vitivinicolo mondiale e quali sono le loro specifiche procedure di produzione.

Un vino liquoroso è un prodotto realizzato da un vino-base che deve avere un titolo alcolometrico non inferiore al 12% e che può essere addizionato con della mistella, con alcol etilico, con acquavite di vino, con mosto concentrato o mosto cotto.

Sherry

Uno dei più famosi vini liquorosi al mondo è lo Sherry, apprezzato da sempre dagli Inglesi. È un vino spagnolo, prodotto nella zona di Jerez in Andalusia. I vitigni alla base dello sherry sono il palomino de Jerez, il pedro ximénez e il moscadel. È un vino che viene invecchiato secondo il metodo soleras e che subisce l’azione ossidativa data dal flor, un velo di lieviti che si sviluppa sulla superficie del vino durante la maturazione in botte.

Porto

Non meno noto e altrettanto apprezzato dagli estimatori dei vini liquorosi è il Porto. Con questo vino ci si sposta sull’Oceano, in Portogallo, nella valle dell’alto Douro. Il Porto è prodotto con circa una cinquantina di varietà di uve diverse, a bacca nera e a bacca bianca, raccolte in uno stato di maturazione avanzata quando sono maggiormente ricche di zuccheri e di sostanze coloranti. La varietà più impiegata è il bastardo (oltre il 60%).

MadeiraMadeira

Non andiamo molto lontano, ma ci spostiamo nel mezzo delle acque oceaniche per raggiungere l’isola di Madeira, patria dell’omonimo vino liquoroso dal caratteristico aroma dolce-amaro del caramello, dovuto a una particolare procedura cui è sottoposto questo vino: un riscaldamento a temperature che oscillano tra i 40 e i 50°C per circa tre mesi nelle cosiddette estufas.

Marsala

Last but not least il nostro preziosissimo Marsala. Vi abbiamo ampiamente parlato del Marsala in un precedente articolo, della sua storia, della sua alterna fortuna, di come si produce e di quanto sia importante nel panorama produttivo italiano. Il Marsala vanta una fama internazionale che noi dobbiamo contribuire a mantenere e rafforzare. È questo l’impegno odierno dei produttori che stanno volgendosi verso un rinnovato impegno nei confronti di questo vino eccezionale, degno compagno degli altri grandi liquorosi del mondo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • xtrawine-blog-article-right1
  • Articoli Recenti

  • Facebook

  • 1