Guado al Tasso, grandi vini di Bolgheri

Posted on by

La zona di Bolgheri, è stata per molto tempo famosa soprattutto per i bianchi e per i rosè, freschi, sapidi e fragranti. In questo territorio, la viticoltura ha origini antichissime, che risalgono all’epoca etrusca e poi romana. Tuttavia bisognerà attendere la fine degli anni ’70, perché Bolgheri diventi famosa nel mondo, grazie ai suoi rossi prodotti soprattutto con vitigni internazionali: i famosi Super Tuscans.

La zona offre condizioni ideali per la coltivazione della vite. Le vigne sono protette dalle colline, che salgono verso l’interno e la vicinanza del mar Tirreno, assicura un clima mite e sempre ventilato, che garantisce una maturazione perfetta delle uve. I vini della zona di Bolgheri sono particolarmente apprezzati per riuscire a coniugare in un perfetto equilibrio, finezza ed eleganza, con struttura e potenza. La Doc Bolgheri, nasce nel 1984 per i vini bianchi e rosé ed è stata poi estesa ai rossi solo nel 1994. La Tenuta Guado al Tasso, si trova sulla costa toscana, vicino a Bolgheri. La superficie complessiva della tenuta è di circa 1000 ettari di cui 300 vitati. Le vigne sono coltivate sui dolci rilievi collinari, che scendono verso la costa tirrenica. I principali vitigni coltivati sono: cabernet sauvignon, merlot, petit verdot e vermentino.

Bolgheri Cont’Ugo Doc

ugoE’ un vino di grande fascino, prodotto solo da una selezione delle migliori uve merlot della Tenuta. Dopo la raccolta manuale, viene avviata la fermentazione separata delle uve di ogni parcella, in modo da avere merlot con caratteristiche differenti. I vini maturano in barriques per circa 8 mesi. Solo i merlot di più alta qualità sono poi assemblati e riposano in barriques per altri 4 mesi prima dell’imbottigliamento. Il quadro olfattivo è armonioso e intenso, con aromi di frutta rossa, prugna, piccoli frutti i bosco e spezie. Al palato è ampio, rotondo, profondo e avvolgente, con tannini morbidi ed equilibrata freschezza.

 

Bolgheri Superiore Il Bruciato Doc

bruciatoIl vino nasce da un sapiente unione di tre nobili vitigni francesi: cabernet sauvignon (55%), merlot (30%) e syrah (15%). Dopo un’attenta selezione manuale in vigna, inizia la fase di fermentazione. Il vino matura poi per 7 mesi in barriques e prosegue l’affinamento con 4 mesi in bottiglia. E’ un vino dal bouquet complesso, con note di piccoli frutti rossi, spezie, erbe aromatiche e sentori tostati. Al palato denota corpo e struttura importanti, buon equilibrio e persistenza.

 

 

Bolgheri Rosato Scalabrone Doc

ScalabroneIl rosato è un vino classico della costa di Bolgheri. Nasce dall’unione di cabernet sauvignon (55%), merlot (30%) e syrah (30%). Le uve sono sottoposte separatamente a una breve macerazione sulle bucce e poi avviate alla fermentazione. Solo dopo un periodo d’affinamento in serbatoi d’acciaio inox si procede alla creazione del blend e all’imbottigliamento. E’ un rosé dai profumi intensi, floreali e fruttati, con bouquet fragrante e buona freschezza.

 

 

Bolgheri Superiore Guado al Tasso Doc

tassoE’ un classico taglio bordolese, composto da cabernet sauvignon (55%), merlot (25%), cabernet franc (18%), petit verdot (2%). Ogni uva viene vinificata separatamente e i vini maturano in barriques di rovere francese per circa un anno. Si procede poi all’assemblaggio e al successivo affinamento per altri 6 mesi in barriques, prima dell’imbottigliamento. Guado al Tasso rappresenta una sintesi di complessità, finezza ed eleganza. Il bouquet esprime aromi di piccoli frutti di bosco, mirtilli, ribes nero, con note speziate, sentori boisè, tostati e di liquirizia.

 

Bolgheri Vermentino Doc

vermentinoLe vigne di vermentino della Tenuta, sono vinificate separatamente, con fermentazione e affinamento in acciaio. Solo in un secondo momento si procede alla valutazione dei vini delle varie parcelle e all’assemblaggio, che precede l’imbottigliamento. E’ un vino che spicca per la freschezza dei suoi profumi floreali e per gli aromi agrumati, accompagnati da una bella nota minerale e sapida. Un vino perfetto per la cucina di mare del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *